01112016

About

Daddy G

La genesi artistica di Grantley “Grant” Marshall, in arte Daddy G, fonda le sue radici nella città natale di Bristol.

Epicentro della scena underground inglese, Bristol è una città dalla fervente anima artistica. Oltre ad aver dato i natali al già citato Daddy G, la città del sud-est dell’Inghilterra ha visto nascere alcuni dei più influenti artisti inglesi dell’ultimo ventennio: dalla scuola Trip-hop, tra cui possiamo annoverare artisti come Tricky, Robert del Naja ed i Portishead, fino alla corrente più elettronica che vede tra i suoi protagonisti musicisti come i Fuck Buttons e Julio Bashmore. Nondimeno, Bristol è anche la casa di Banksy, celebrato street artist.

E’ proprio all’interno di questa cornice artistica che Daddy G, nel 1983, fonda il collettivo The Wild Bunch. Il sound system, attivo fino al 1987, è in quel momento il non plus ultra della scena underground inglese. Portatori di sound diversi, il collettivo dà luogo a performance dove i generi più diversi si incontrano fra loro, dal Reggae fino alle prime sperimentazioni Trip-Hop, passando quindi per sonorità più ambiente ed R&b. E’ una tappa fondamentale della carriera dell’artista inglese: all’interno del collettivo suonano infatti anche Tricky e Robert del Naja, suoi futuri compagni nel progetto Massive Attack.

Nel 1986 il collettivo The Wild Bunch si scioglie, e Daddy G compie un ulteriore passo nell’affermazione artistica presso il grande pubblico: insieme a Robert Del Naja e Andy Vowles fonda un altro collettivo, i Massive Attack. Questa volta il genere musicale è più strettamente legato al trip-hop. evoluzione di quel sound che gli artisit avevano sperimentato durante il periodo dei The Wild Bunch.

Sono solo cinque gli album in studio rilasciati dal collettivo inglesi, ma sufficienti ad aaver consacrato il gruppo come una della pietre miliari della musica anglosassone. Nel 1991 esce Blue Lines, collezione che contiene la traccia Unfinished Sympathy.

Nel 1994 è la volta di Protection, al quale partecipa anche Tricky nella hit Karmacoma.

Escono poi, in ordine cronologico, Mezzanine, 100th Windows ed Heligoland.

Nel 2011 Burial rilascia un remix per due tracce contenute nell’ultimo album del collettivo inglese, Paradise Circus e Ten Walls, uscito inizialmente solo su vinile in edizione limitata.

Daddy G è anche un affermato ed apprezzato Dj: il suo sound ripercorre quello delle suo origine, spaziando dal Reggae al R&B, fino al Trip-hop ed all’elettronica più pura.

Recentemente si è reso protagonista anche di alcuni mix per la fortunata serie Dj Kicks.

text by rebel rebel