17112016

About

Davide Squillace

Davide Squillace è uno dei portabandiera della musica elettronica italiana all’estero. Nato a Siena ma cresciuto a Napoli, proprio nel capoluogo campano comincerà a sviluppare e coltivare la propria passione per la musica elettronica.

Solamente 18enne si trasferisce a Londra, culla insieme a Berlino della scena underground europea. Nel 1999 ritorna a Napoli, ed in quel momento inizia ufficialmente la carriera dell’artista italiano. Finiti gli studi di ingegneria del suono, nel 2004 si trasferisce a Barcellona. Ogni tappa della sua carriera è stata fondamentale nel creare quel che Davide Squillace è oggi: anno dopo anno, la sua maturazione artistica ha compiuto passi notevoli, fino a renderlo oggi uno dei DJ più apprezzati nel panorama europeo. Con un sound caratterizzato da sonorità latine e vocals che ne impreziosiscono le melodie, Squillace impersona il genere tech-house nella sua massima espressione.

Ogni punto di arrivo è solamente un ulteriore punto di partenza, e nulla è mai dato per scontato.

” Per me, l’anno migliore sarà sempre il prossimo, ovvero quello in cui mi sono guardato indietro, pensando al futuro.. E ‘importante per la nostra squadra di rimanere interessati a ciò che stiamo facendo e rimanere orgogliosi del nostro lavoro.

Acclamato DJ, Squillace si è fatto apprezzare da pubblico e critica anche per le sue innumerevoli produzioni: non si contano sulle dita due mani le etichette per le quali ha rilasciato i propri lavori. Solo per citarne alcune, iniziando con la label Desolat di Loco Dice, passando per Get Physical, Hot Creations e Ovum, fino alla Cadenza di Luciano. Parallelamente, fonda le etichette che portano la sua effigie: Sketch, Minisketch, Hideout and Titbit.

Nel 2007 diviene resident ufficiale del Circoloco, istituzione ibizenca della quale Squillace è tutt’oggi colonna portante.

All’interno della famiglia del Circoloco viene in contatto con Matthias Tanzmann e Martin Buttrich, con i quali fonderà il progetto Better Lost Than Stupid. Con il primo album in dirittura d’arrivo, il trio è ormai sulla bocca di tutti gli addetti ai lavori grazie a produzioni ed esibizioni che dal 2014, anno in cui si riuniscono per la prima volta, riscuotono successo anche presso il grande pubblico.

Nel 2012 lancia l’ennesimo progetto, il This and That Lab: un vero e proprio laboratorio artistico, una piattaforma attraverso la quale Squillace ed altri artisti possono esprimersi liberamente attraverso la musica, la scrittura, il design e le arti visive.

L’ennesima dimostrazione del fervente e multivariegato talento artistico dell’artista napoletano è Blender, un concept di eventi che vede il suo debutto nel 2015, alla fiera di arte moderna Art Basel. L’idea che si cela dietro il marchio Blender è quella di rendere ogni evento unico, una sperimentazione musicale che trova poca eguali in tutta Europa e non solo. L’intenzione è quella di rendere l’evento stesso musica, registrando i suoni, le interazioni sociali, la temperatura dei corpi dei partecipanti e tutto quel che avviene dentro l’evento per crearne un unicum che trova la sua massima espressione in artwork tridimensionali che fanno da cornice alle sonorità elettroniche.

Davide Squillace è oggi uno degli artisit più apprezzati nel panorama europeo. Tuttavia, l’appagamento non fa parte della vita di Squillace. la sua ossessiva ricerca del nuovo, della sperimentazione lo rendo un artista vero: quel che lo rende parte di questa stretta cerchia di esseri umani è il suo voler costantemente spingere i limiti al di là dello scibile umano.

text by rebel rebel