05102017

Blog

Ciao Warehouse

Dopo un lungo silenzio durato per mesi, dalla data indefinita della tua chiusura a cavallo tra 2016 e 2017, vogliamo parlare ancora di te.

Perchè alle emozioni è impossibile resistere e purtroppo dobbiamo salutarci e ricordarti per quanto sei stato  bello e quanto hai rappresentato per noi.

Ciao Warehouse.

Il 5 Ottobre 2012 iniziava il progetto invernale del Rebel Rebel o meglio il Rebel / Warehouse.

Si voleva dare continuità ai party fatti nelle stazioni abbandonate dell’anno precedente ed all’estivo dell’Andrea Doria, eravamo una realtà giovane che si stava ritagliando sempre più spazio nella scena romana.

Il prototipo è stato quello di un capannone nelle prossimità della Salaria, zona conosciuta ai romani solo per gli uffici di Sky e per il parterre di signorine che passeggiavano lungo l’arteria capitolina.

Quel 5 ottobre del 2012, senza rendercene conto, ci avrebbe lanciato in un’avventura unica che ha cambiato la nostra storia.

Il Warehouse era uno spazio molto diverso da quello che in quegli anni Roma proponeva: un  capannone industriale posizionato a Roma Nord, composto da due sale che potevano ospitare più di  1.500 persone. Tutti connotati atipici rispetto alle Venue ed ai  Club che Roma proponeva  in quel periodo.

Quella festa si era deciso di aprirla con il Live di Laurent Garnier, decisamente un azzardo dato il fatto che il Warehouse aveva ancora tutti i connotati di un capannone industriale.

Ricordo ancora il sound-check del maestro, dove i fasci di luce venivano risaltati dalle polveri sottili ancora presenti in alcune zone del tetto appena finito di sistemare che rendevano l’atmosfera ancora più elettrica e magica. Non potevamo immaginare che quello sarebbe stato un party che avrebbe cambiato Roma e che sicuramente ha cambiato la nostra storia.

Da quel momento iniziava un progetto fitto di appuntamenti ed artisti. Negli anni abbiamo ospitato tutti i nomi più importanti della scena mondiale o che nel tempo si sono affermati come tali. Dalla techno alla house, dalla sperimentale più pura ai mostri sacri del passato.

Ciao Warehouse, ti dobbiamo tanto, tantissimo perchè insieme è cresciuta la nostra voce in tutto il mondo ed insieme abbiamo condiviso ricordi unici.

Grazie a tutti voi che avete reso tutto questo come un ricordo indelebile ed ai vostri messaggi

Grazie a tutti i nostri collaboratori perchè certe esperienze rimangono per sempre nei nostri cuori

 

with Love

Rebel Rebel

 

— words: C.G

 

text by rebel rebel