17102016

About

Marcel Dettmann

Dj e produttore, Marcel Dettmann è oggigiorno considerato uno dei più influenti artisti della scena techno mondiale.

Cresciuto nella ormai destituita Repubblica Democratica Tedesca (GDR), come ogni precoce talento Marcel Dettmann viene in contatto con la musica sin da piccolo: artisti come i The Cure, Depeche Mode e Front 242 ne segnano l’infanzia.

Come detto, Dettman nasce in un piccolo villaggio della Ex Germania Est, dove il l’occupazione sovietica ha lasciato in eredità poche cose: non un negozio di vinili, ad esempio. Dettmann  decide così di trasformare il suo appartamento non solo in un rivenditore, ma anche in un punto di aggregazione per gli appassionati. Dal 1995 al 1998 compra i dischi da diversi distributori, Hard Wax su tutti, mettendo insieme un’enciclopedia della musica techno che ancora oggi utilizza durante i suoi set. Questa fase della sua vita si rivelerà fondamentale per la sua maturazione artistica, permettendogli infatti di arricchire il proprio bagaglio culturale come pochi altri artisti suoi contemporanei.

Siamo alla fine degli anni ’90, e Dettmann come molti dei suoi coetanei è un assiduo frequentatore dei club berlinesi, dall‘E-Werk fino al Tresor, dove viene in contatto con il sound di Chicago e Detroit.

Nel 1999, dove essere lui stesso promotore di diversi eventi, la carriera di Dettmann arriva ad una svolta fondamentale: l’Ostgut, locale dalle cui cenere è nato il Berghain, lo elegge a DJ Resident delle proprie serate.

Nonostante un fervente attività come DJ, Dettmann si è fatto notevolmente apprezzare anche per le sue produzioni: nel 2006 fonda la sua etichetta MDR, fucina di talenti che nel corso degli anni ha avuto il merito, nonchè il sibillino talento, di lanciare artisti come Answer Code Request e Anthony Parasole. Oltre per la sua personale etichetta, Dettmann ha rilasciato alcune produzioni per etichette come 50 Weapons, Music Man e Ostgut ton: proprio per quest’ultima nel 2006 rilascia l’EP Quicksand/Geaway, release nella quale tutta la natura ed il talento dell’artista tedesco emergono prepotentemente.

Oltre alle collaborazioni che ha stretto con le diverse etichette, Dettmann è un artista molto apprezzato anche dai suoi colleghi: nell’immaginario collettivo il suo nome è spesso associato a quello di Ben Klock, collega ed amico con il quale ha condiviso innumerevoli, quasi leggendari, back to back.

La passione che Dettmann ha per il Djing è incommensurabile, è facilmente la si evince dai suoi set che convogliano al suo interno tutta la storia personale dell’artista tedesco: dai suoni più crudi e scuri che hanno caratterizzato la prima della sua carriera, fino alle sonorità più dolci e melodiche provenienti dalla Chicago House. I suoi set non sono mai identici l’uno rispetto all’altro, capaci come sono di regalare ai suoi fruitori momenti di inaspettata serendipità.

text by rebel rebel